Negli abissi della sofferenza. Accostare la profondità del sentire secondo una prospettiva di genere (femminile)

Elisabetta Musi, 27258, DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTA', MILANO - Dipartimento di Pedagogia

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il tema della depressione è accostato secondo una prospettiva pedagogica di genere, di orientamento fenomenologico, che tenta di analizzare come è percepita l’esperienza del mondo da parte della persona depressa. Tre sono le principali finalità del saggio: evidenziare come il disagio possa essere letto anche secondo una dimensione intersoggettiva, ovvero rilevando come il mondo esterno al soggetto possa concorrere a determinare un mondo chiuso alla progettualità esistenziale; in seconda istanza viene evidenziato come lo stesso mondo esterno possa entrare in consonanza con la persona depressa (entropatia) e infine viene proposto il contributo della pedagogia come chiave di lettura utile ad accostare questa patologia.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] In the depths of suffering. Approaching the depth of feeling from a gender perspective (female)
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteI colori della depressione
EditorLucia Grosso, Salvatore Galati
Pagine59-78
Numero di pagine20
Stato di pubblicazionePubblicato - 2008

Keywords

  • Depression
  • Depressione
  • education
  • educazione
  • empathy
  • empatia
  • existential planning
  • fenomenologia
  • phenomenology
  • progettazione esistenziale

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Negli abissi della sofferenza. Accostare la profondità del sentire secondo una prospettiva di genere (femminile)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo