Nati per essere conservatori? Un’analisi multilivello della relazione tra ordine di genitura e conservatorismo

Daniela Barni, Sara Alfieri, Michele Roccato, Alessio Vieno

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]Secondo Sulloway (1996), che costituisce il principale punto di riferimento per gli psicologi sociali interessati alla relazione fra ordine di genitura e conservatorismo, lo status di primogenito, avendo portato a godere in via esclusiva delle cure genitoriali fino alla nascita del secondogenito, può impattare sui valori, gli atteggiamenti e le ideologie politiche delle persone in due modi diversi. Da un lato, porterebbe a cercare di preservare lo status quo e dunque ad aderire alle ideologie conservatrici. Dall’altro, spingerebbe a identificarsi fortemente con i genitori, fino a interiorizzarne in larga misura i valori politici, indipendentemente dal loro essere conservatori o progressisti. Il presente studio si propone di testare queste due ipotesi superando i limiti metodologici dei test condotti in precedenza (Wichman et al., 2006), mediante l’adozione di un disegno di ricerca propriamente familiare e l’applicazione dell’analisi multilivello. Hanno partecipato allo studio 96 famiglie italiane, composte da entrambi i genitori e due figli (primogeniti, età media = 23.7 anni, e secondogeniti, età media = 19.5 anni), per un totale di 384 partecipanti, cui è stata richiesta la compilazione individuale della sottoscala di Conservatorismo del Portrait Values Questionnaire (Schwartz et al., 2001). I risultati supportano chiaramente la prima ipotesi di Sulloway, anche controllando gli effetti di altre variabili within-family (es: genere) e between-family (es: livello di istruzione dei genitori ed età della madre alla nascita del primogenito); le interazioni tra i valori di padri e madri da un lato e l’ordine di genitura dei figli dall’altro non hanno invece influito sul conservatorismo di questi ultimi. Vengono discusse le implicazioni dei risultati e i futuri sviluppi per la ricerca.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Born to be conservative? A multilevel analysis of the relationship between order of parentage and conservatism
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAbitare zone di confine: incontri possibili tra la psicologia sociale, psicologia del lavoro e delle organizzazioni, tra accademia e realtà sociale
Pagine75
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
EventoXII Congresso Nazionale AIP, Sezione di Psicologia Sociale - Padova
Durata: 25 set 201328 set 2013

Convegno

ConvegnoXII Congresso Nazionale AIP, Sezione di Psicologia Sociale
CittàPadova
Periodo25/9/1328/9/13

Keywords

  • Birth order
  • Conservatism
  • Conservatorismo
  • Ordine di genitura

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Nati per essere conservatori? Un’analisi multilivello della relazione tra ordine di genitura e conservatorismo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo