Multilateralismo, soft power e democrazia? La grand strategy degli Stati Uniti nell'era Trump

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Sin dalla fine del sistema bipolare, multilateralismo, soft power e democrazia hanno costituito per gli Stati Uniti i cardini di un consenso bipartisan in relazione al ruolo internazionale del paese, e ai modi di perseguirne gli interessi promuovendone al con-tempo anche i valori. Sebbene con approcci e metodi differenti, le amministrazioni che si sono succedute alla Casa Bianca in questa fase si sono in gran parte ispirate a una grand strategy fondata sul rafforzamento e sull’espansione dell’ordine liberale (occidentale) ereditato dalla guerra fredda. Le elezioni del 2016, che hanno portato Donald Trump alla Presidenza degli Stati Uniti, sembrano tuttavia segnare l’erosione di questo consenso e una netta inversione di rotta. L’analisi delle posizioni espresse in campagna elettorale, e delle politiche promosse nei primi mesi di mandato in rap-porto a multilateralismo, soft power e democrazia aiuta a capire in che misura la “dottrina Trump” presenti significative discontinuità rispetto a chi l’ha preceduto, e più in generale se possa costituire o meno una minaccia per alcuni elementi fondamentali dell’ordine liberale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Multilateralism, soft power and democracy? The United States' grand strategy in the Trump era
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteTrump e l'ordine internazionale. Continuità e discontinuità nella politica estera statunitense del XXI secolo
Pagine85-108
Numero di pagine24
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Trump
  • democrazia
  • multilateralismo
  • politica estera USA

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Multilateralismo, soft power e democrazia? La grand strategy degli Stati Uniti nell'era Trump'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo