Moraldo, Sandro M., Impostoren. Zu einem intertextuellen Dialog der Autoren Plautus und Philip K. Dick, in Haase, Michael; Moraldo, Sandro M.; Rösch, Gertrud Maria (Hrsg.), Die Elixiere der Literatur. Festschrift für Franz Loquai zum 65. Geburtstag, München, Iudicium 2016, pp. 105-117

Margherita Codurelli

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaScheda bibliografica

Abstract

[Ita:]Il dialogo intertestuale è l’approccio adottato da Sandro M. Moraldo nel saggio Impostoren. Zu einem intertextuellen Dialog der Autoren Plautus und Philip K. Dick, la cui ampia trattazione, nelle parole dell’autore, si riallaccia alla metodologia impiegata da Franz Loquai nella monografia Hamlet und Deutschland (1993). Se Loquai nel suo scritto aveva analizzato la multiforme ricezione del capolavoro shakespeariano nella letteratura tedesca del ventesimo secolo, facendo dell’Amleto il paradigma della riflessione sulla responsabilità del singolo al cospetto del caotico moltiplicarsi degli eventi storici, Sandro Moraldo si confronta con un mito, quello di Anfitrione, altrettanto fecondo in ambito letterario e da sempre presente nella tradizione europea.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Moraldo, Sandro M., Impostors. On an intertextual dialogue by the authors Plautus and Philip K. Dick, in Haase, Michael; Moraldo, Sandro M .; Rösch, Gertrud Maria (Ed.), The Elixirs of Literature. Festschrift for Franz Loquai on the occasion of his 65th birthday, Munich, Iudicium 2016, pp. 105-117
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)427-430
Numero di pagine4
RivistaSTUDI COMPARATISTICI
VolumeAnno IX
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • Anfitrione
  • Impostor
  • Philip K. Dick
  • Plauto

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Moraldo, Sandro M., Impostoren. Zu einem intertextuellen Dialog der Autoren Plautus und Philip K. Dick, in Haase, Michael; Moraldo, Sandro M.; Rösch, Gertrud Maria (Hrsg.), Die Elixiere der Literatur. Festschrift für Franz Loquai zum 65. Geburtstag, München, Iudicium 2016, pp. 105-117'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo