Modelli a stampa nelle tarsie bergamasche di fra Damiano Zambelli

Lorenzo Mascheretti

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Nelle tarsie eseguite dal domenicano fra Damiano Zambelli entro il 1528 per la chiesa dei Santi Stefano e Domenico di Bergamo è possibile rintracciare per i soggetti raffigurati la dipendenza da stampe coeve, tra cui una xilografia contenuta nell'edizione di Cesare Cesariano del De Architectura, un'incisione di Ugo da Carpi su disegno di Tiziano, una Veduta di Roma tratta dal Liber Chronicarum di Hartmann Schedel e una Conversione di Saulo di Baldung Grien, personalmente rielaborata dall'intarsiatore.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Printed models in the Bergamo inlays of Fra Damiano Zambelli
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)22-26
Numero di pagine5
RivistaGRAFICA D'ARTE
Volume30
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Prints

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Modelli a stampa nelle tarsie bergamasche di fra Damiano Zambelli'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo