Minima hungarica. Appunti su manoscritti ed edizioni a stampa dei secoli XV-XVII in biblioteche lombarde

Chiara Maria Carpentieri

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Se le consuete fonti archivistico-documentarie hanno permesso di ricostruire con precisione l’evolversi dei rapporti italo-ungheresi nei secc. XV-XVII, scopo precipuo dello studio è stato quello di sottoporre a una prima indagine i fondi manoscritti e a stampa di tre biblioteche della regione Lombardia (l’Ambrosiana e la nazionale Braidense di Milano e la civica Angelo Mai di Bergamo) per reperire e censire tutte quelle opere, redatte in lingua italiana e latina e di natura squisitamente letteraria o storiografica, che potessero costituirsi come ulteriori valide testimonianze di tali complessi intrecci politici e culturali. La ricerca ha consentito di individuare 475 fonti manoscritte e 252 opere a stampa; oltre alla presentazione delle fasi dell'indagine e dei risultati conseguiti, il saggio intende analizzare alcuni dei più significativi testi letterari, storici, di architettura militare e a carattere epistolografico individuati.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Minimum hungarica. Notes on manuscripts and printed editions of the XV-XVII centuries in Lombard libraries
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLombardia ed Europa. Incroci di storia e cultura
EditorDANILO ZARDIN
Pagine45-68
Numero di pagine24
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Serie di pubblicazioni

NomeV&P Università. Ricerche. Storia.

Keywords

  • Ambrosiana Library, Milan
  • Angelo Mai Library, Bergamo
  • Braidense National Library, Milan
  • Hungary-Italy: historical relationships

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Minima hungarica. Appunti su manoscritti ed edizioni a stampa dei secoli XV-XVII in biblioteche lombarde'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo