Minacce cibernetiche: quali difese?

Andrea Locatelli, Alessandro Fasani

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il 12 maggio scorso i sistemi di più di 99 paesi sono stati colpiti dal ransomware “WannaCry”, il quale rendeva impossibile l’accesso ai propri dati attraverso un sistema di crittazione, che poteva essere (forse) disabilitato dopo il pagamento di una somma di denaro corrispondente a 300 sterline. A prescindere dalle responsabilità, l’insegnamento che possiamo trarre da questo evento è che la sicurezza informatica, soprattutto per quanto riguarda le infrastrutture critiche – come gli ospedali – rimane uno dei requisiti fondamentali per la sicurezza di un paese. Considerata l’ovvia importanza di queste infrastrutture, è necessario proteggerle nel modo più olistico possibile, sia da attacchi fisici, che da disastri naturali, che da attacchi informatici.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Cyber threats: which defenses?
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)35-42
Numero di pagine8
RivistaVITA E PENSIERO
Volume100
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Cyber
  • Infrastrutture critiche

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Minacce cibernetiche: quali difese?'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo