"Milan dis e Milan fa": Il "mondo nuovo", la società milanese e la nascita del Touring Club Italiano.

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il saggio ricostruisce la nascita del Touring Club Italiano nella Milano di fine Ottocento, cogliendone i peculiari aspetti "ambrosiani" e moderni nella volontà di essere associazione nazionale, rivolta a favorire concretamente la pratica ciclistica degli aderenti e di collaborare a instaurare negli italiani la consapevolezza di essere parte di una nazione unitaria. Il turismo proposto dal TCI si proponeva quindi di sollecitare l'amor patrio attraverso la conoscenza del territorio nazionale con i mezzi che la modernità metteva a disposizione per viaggiare con sempre maggior velocità, simboli efficaci del progresso verso i cui traguardi la borghesia milanese più all'avanguardia ambiva tendere.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] "Milan dis and Milan fa": The "new world", the Milanese club and the birth of the Italian Touring Club.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)247-309
Numero di pagine63
RivistaARCHIVIO STORICO LOMBARDO
VolumeCXXVIII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2002

Keywords

  • Milan
  • Milano
  • Touring Club Italiano
  • bicicletta
  • bicycle
  • progress
  • progresso
  • tourism
  • travel
  • turismo
  • viaggio

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di '"Milan dis e Milan fa": Il "mondo nuovo", la società milanese e la nascita del Touring Club Italiano.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo