Mika Waltari. Variazioni d’autore tra I noir e la storia

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Caratteristica del romanzo di Waltari è un'ambientazione piccolo-borghese in cui ognuno è concentrato solo su stesso, sulle proprie grandi e piccole frustrazioni, ma non perde occasione per spiare alla porta del vicino nella speranza di trovare quella pagliuzza che per forza di cose da qualche parte deve pur nascondersi. Non vi è alcuna tragicità nel racconto, regna un’atmosfera in cui la squallida impassibilità non è che l’altra faccia dell’ironia nella quale ha finito per cristallizzarsi una passione costretta a sopravvivere nel rigore del freddo e della lontananza della terra finlandese. In questo senso il clima dei gialli di Waltari anticipa già per certi versi l’atmosfera dei film del conterraneo Aki Kaurismäki, in cui lo stesso senso di distanza, l’ironia impassibile e allo stesso tempo tanto disperata quanto libera è segno di una consapevolezza che non è solo denuncia sociale, ma anche calibrata e pacifica fuga dalla realtà nella cui rassegnazione eppure vive la gioia dell’inattesa speranza del nuovo. Siamo nel 1939, all’alba della Seconda Guerra Mondiale, e in particolare per la Finlandia della Guerra d’Inverno.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Mika Waltari. Author's variations between I noir and history
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)3-3
Numero di pagine1
RivistaALIAS DOMENICA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • noir
  • storia

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Mika Waltari. Variazioni d’autore tra I noir e la storia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo