L’utilizzo del Blacky Pictures’ Test nella valutazione dei minori vittime di abuso sessuale

Sarah Miragoli, Rossella Shoshanna' Procaccia, Paola Di Blasio, Rossella Procaccia

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

21 Citazioni (Scopus)

Abstract

[Ita:]La presente ricerca, a carattere esplorativo, si propone di verificare la capacità del Blacky Pictures’ Test di discriminare le rappresentazione di sé e delle relazioni familiari tra un gruppo di 29 bambini sessualmente abusati e un gruppo di controllo (bambini non vittimiz-zati), pareggiato per sesso, età e livello sociale. I risultati, in linea con la letteratura sul tema, confermano la validità del test, che ha evidenziato nei bambini sessualmente abusati: rappresentazioni di sé più insicure e fragili, rappresentazioni delle figure genitoriali più ne-gative, maggiore idealizzazione ed instabilità della figura materna, emozionalità più negativa (specialmente tristezza e senso di colpa), senso di sporcizia, maggiore incapacità di riparazione, di stare soli e tollerare l’ambivalenza, e maggior ricorso a tematiche sessuali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The use of the Blacky Pictures' Test in the evaluation of minors who are victims of sexual abuse
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)109-130
Numero di pagine22
RivistaMALTRATTAMENTO E ABUSO ALL'INFANZIA
Volume15
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • BlackY Pictures' Test
  • Blacky Pictures' Test
  • abuso sessuale
  • assessment
  • child sexual abuse
  • family representations
  • rappresentazione della famiglia
  • rappresentazione di sè
  • self representations
  • valutazione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L’utilizzo del Blacky Pictures’ Test nella valutazione dei minori vittime di abuso sessuale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo