Louis Jouvet, Il sogno di una regia

Federica Locatelli

Risultato della ricerca: LibroEdizione critica di testi / di scavo

Abstract

[Ita:]“A mio avviso è l’opera maggiore di Molière”: così Louis Jouvet, attore, regista teatrale e cinematografico (1887-1951), definisce il Dom Juan, pièce alla quale ha consacrato la sua maturità artistica, e lo racconta attraverso un generoso apparato di note e riflessioni, elaborate a margine di una replica o di una lezione tenuta al Conservatoire. Queste parole sono state fedelmente dattilografate dalla sua assistente Charlotte Delbo (1913-1985) e riunite nel volume Molière et la comédie classique. Di tale raccolta abbiamo scelto di riproporre le sezioni dedicate al mito dell’eterno impenitente e alla sua rilettura moderna quanto sovversiva, che mette in luce il problema del non credente, e non del seduttore. Ne traspare la figura di Jouvet nelle vesti di un paziente artigiano, che negli anni ha acquisito l’esperienza e il sapere tecnico necessari al “mestiere”, di un maestro in dialogo aperto e appassionato con i suoi studenti e, al tempo stesso, di uno dei più lucidi e lungimiranti teorici della drammaturgia novecentesca.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Louis Jouvet, The dream of a direction
Lingua originaleItalian
EditoreControfibra
Numero di pagine175
ISBN (stampa)978-88-941396-3-1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Serie di pubblicazioni

NomePraticabili

Keywords

  • Jouvet
  • comédie
  • drammaturgia
  • teatro

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Louis Jouvet, Il sogno di una regia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo