L'orto di Francesco. Politiche dell'abitare nella "Laudato sì"

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Scopo di questo articolo è dimostrare la rilevanza politica dell'orto, nella concezione tipicamente francescana. La duplice caratteristica dell'orto francescano (assenza di confini e presenza di piante non commestibili ma esteticamente significative) si correla politicamente a una dimensione di apertura all'altro, come condizione di un abitare armonioso, e a una dimensione estetica di fruizione della dellezza, come principio di gratitudine nei confronti del creato e monito contro lo sfruttamento indiscriminato della terra. L'articolo tenta poi un'attualizzazione di questi due principi in chiave contemporanea, esaminando il pensiero e la pratica di alcuni architetti che hanno fatto la storia dell'abitare nella modernità; Le Corbusier, da una parte, Lloyd Wright e Hundertwasser dall'altra.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The vegetable garden of Francesco. Policies of living in the "Laudato Sì"
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)33-39
Numero di pagine7
RivistaEducatio Catholica
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Hundertwasser
  • Le Corbusier
  • Lloyd Wright
  • San Francesco

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L'orto di Francesco. Politiche dell'abitare nella "Laudato sì"'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo