L’ordine delle tavole del Liber Figurarum: alcune ipotesi sui codici di Reggio Emilia e Oxford

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il contributo prende in considerazione il problema della sequenza delle diverse tavole del «Liber Figurarum», la raccolta di diagrammi di Gioacchino da Fiore testimoniata principalmente da quattro manoscritti. Poiché ciascun testimone presenta un ordinamento diverso delle figure che lo costituiscono, si pone la questione di quale fosse l’ordine delle tavole nell’ipotetico archetipo, e addirittura della sua natura. Il contributo verifica dapprima i quattro diversi ordinamenti, e quello – a sua volta differente – dato dalla prima edizione, a cura di Leone Tondelli, Marjorie Reeves e Beatrice Hirsch-Reich. Sulla scorta di acquisizioni più recenti, per cui il testimone di Reggio Emilia deve considerarsi una copia diretta di quello più antico e importante di Oxford, viene poi operato un serrato confronto fra i due, e si giunge così ad ipotizzare il loro ordinamento originario.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The order of the plates of the Liber Figurarum: some hypotheses on the codes of Reggio Emilia and Oxford
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)105-139
Numero di pagine35
RivistaANNALI DI SCIENZE RELIGIOSE
Volume5
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • Gioacchino da Fiore
  • Joachim of Fiore
  • Liber Figurarum
  • diagrammi medievali
  • medievale theology
  • teologia medievale

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L’ordine delle tavole del Liber Figurarum: alcune ipotesi sui codici di Reggio Emilia e Oxford'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo