L’oratorio della Santa Croce di Scarlino e la sua decorazione: un’aggiunta alla pittura senese del primo Quattrocento

Stefania Buganza, Alessio Caporali

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L'articolo analizza un importante affresco, sostanzialmente inedito, datato 1437 e riemerso a Scarlino, nella Maremma grossetana, nel corso di un recente restauro. Particolare attenzione è data, nello specifico, al contesto di committenza (indagato tramite un'ampia ricerca documentaria) e a quello di produzione. Si tratta di un dipinto da rendere ad una bottega senese di primo Quattrocento, della quale si approfondiscono linguaggio e retroterra culturale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The oratory of the Santa Croce in Scarlino and its decoration: an addition to Sienese painting of the early fifteenth century
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)5-26
Numero di pagine22
RivistaNUOVI STUDI
VolumeXXIII-XXIV
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Quattrocento
  • Siena

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'L’oratorio della Santa Croce di Scarlino e la sua decorazione: un’aggiunta alla pittura senese del primo Quattrocento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo