L'introduzione del "fair value" nella IV e VII Direttiva CEE e confronto con lo IAS 39 (Financial Instruments: Recognition and Measurement)

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]I principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) privilegiano, in alcune ipotesi, il criterio di valutazione denominato "fair value", che il legislatore comunitario ha tradotto in "valore equo". Il contributo analizza le motivazioni e per quali ragioni questo criterio di valutazione, in alcuni casi, è stato scelto in alternativa al costo, preferendolo a quest'ultimo. Non vi è dubbio, infatti, che il primo approccio e la prima impressione, che si ritraggono, potrebbero essere negative o, quantomeno, improntate a scetticismo; tuttavia, comprendendo le ragioni che sono alla base della scelta, l'impressione iniziale potrebbe essere riveduta, inquadrando la problematica nella diversa funzione che la prassi internazionale affida al bilancio e conoscendo pregi e punti critici del metodo di valutazione.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The introduction of "fair value" in the IV and VII EEC Directive and comparison with IAS 39 (Financial Instruments: Recognition and Measurement)
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAA.VV., L'armonizzazione dei Principi Contabili in Europa. Allargamento dell'UE e confronto Internazionale
EditorGianfranco Capodaglio, Maria-Gabriella Baldarelli
Pagine271-356
Numero di pagine86
Stato di pubblicazionePubblicato - 2003

Keywords

  • IAS/IFRS
  • International Accounting Principles
  • accounting
  • bilancio
  • contabilità

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L'introduzione del "fair value" nella IV e VII Direttiva CEE e confronto con lo IAS 39 (Financial Instruments: Recognition and Measurement)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo