L’informazione e consultazione dei lavoratori tra art. 27 della “Carta di Nizza” e direttiva 2002/14/CE: un diritto “condizionato”

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L'autore commenta la decisione della Corte di Giustizia del 15 gennaio 2014 (caso Association de médiation sociale) in materia di conteggio dei lavoratori ai fini del raggiungimento delle soglie per l'applicazione dei diritti di informazione e consultazione di genesi europea (dir. 2002/14/CE). Pur concordando sostanzialmente con il decisum della Corte, l'autore lamenta la tendenza della giurisprudenza europea a restringere i margini di libertà dei legislatori nazionali nella conduzione delle proprie politiche sociali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The information and consultation of workers between art. 27 of the "Nice Charter" and Directive 2002/14 / EC: a "conditional" right
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1178-1186
Numero di pagine9
RivistaDIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • 2002/14/EC Directive
  • Art. 27 Carta di Nizza
  • Article 27 of the Nizza Charter of fundamental rights
  • Computo dei lavoratori
  • Corte Giust. 15 gennaio 2014, C-176/12 (caso Association de médiation sociale)
  • Direct effect
  • Direttiva 2002/14/CE
  • Diritto dei lavoratori all'informazione e consultazione
  • Efficacia diretta
  • Employee threshold
  • Employee's right to information and consultation
  • European Court of Justice 15 January 2014, C-176/12 (case Association de médiation sociale)

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L’informazione e consultazione dei lavoratori tra art. 27 della “Carta di Nizza” e direttiva 2002/14/CE: un diritto “condizionato”'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo