Abstract

[Ita:]Il lavoro si occupa del fenomeno degli enti diversi dalle società (associazioni, fondazioni, consorzi, g.e.i.e.) che esercitano un'attività di impresa per il raggiungimento dei propri scopi istituzionali. Esso si sofferma essenzialmente sulla ricostruzione della disciplina applicabile a queste tipologie di imprese: non solo nella parte concernente lo statuto dell'imprenditore commerciale ma anche nella parte specifica all'ipotesi in cui l'impresa si vada a collocare in un contesto caratterizzato da autonomia patrimoniale. In particolare, procede alla ricostruzione sul piano sistematico delle regole dell'agire "metaindividuale" di natura imprenditoriale, soffermandosi principalmente su quelle concernenti l'organizzazione del patrimonio dell'ente imprenditore. L’ultima parte del lavoro è dedicata alle conseguenze dell’eventuale insolvenza dell’ente non societario, anche al fine di verificare la sanzione che, in sede concorsuale, è posta a presidio delle regole di organizzazione del patrimonio desunte dal sistema.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The non-corporate collective enterprise
Lingua originaleItalian
EditoreGiappichelli Editore
Numero di pagine390
ISBN (stampa)88-348-4287-1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2003

Serie di pubblicazioni

NomeDiritto commerciale interno e internazionale

Keywords

  • associazioni, fondazioni, consorzi, g.e.i.e.
  • enti non societari
  • impresa
  • impresa collettiva

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L'impresa collettiva non societaria'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo