L’importanza delle relazioni amicali tra preadolescenti italiani e stranieri

Maddalena Colombo, Federica Avigo

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il capitolo analizza i dati emersi dal questionario ai preadolescenti sul tema delle relazioni di tipo amicale. Già a partire dall’esperienza in classe, si osserva come la maggior parte (l’85,8% degli italiani, il 70,9% degli stranieri) senta di essere fra amici e solo una piccola parte fra conoscenti o estranei . Maggiori difficoltà a sentirsi fra amici si rilevano fra gli stranieri nati all’estero (solo il 68,4% afferma di sentirsi in classe fra amici). La rete amicale esterna appare abbastanza solida sia negli italiani sia negli stranieri, ma con difficoltà evidenti da parte di coloro che non sono nati in Italia, per i quali si pone maggiormente il problema dell’inserimento in un contesto del tutto estraneo, in cui ricostruire anche tutto il sistema di relazioni. La tendenza evidente anche in questa analisi dei rapporti amicali è innanzitutto quella di scegliersi amici con le stesse caratteristiche, anche se si assiste a una ricerca da parte degli stranieri di stabilire rapporti amicali con gli italiani e, dal canto loro, fra gli italiani appare evidente anche una certa apertura a relazioni con soggetti non auto
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The importance of friendly relationships between Italian and foreign pre-adolescents
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteRelazioni interetniche e livelli di integrazione nelle realtà scolastico-formative della Lombardia
Pagine145-158
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Serie di pubblicazioni

NomeOsservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità

Keywords

  • stranieri, amicizia, relazioni interetniche, distanza sociale

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'L’importanza delle relazioni amicali tra preadolescenti italiani e stranieri'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo