L'identità dei ceti popolari tra appartenenza religiosa e appartenenza territoriale

Marco Caselli, Fabio Berti

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Nel capitolo viene indagato il senso di appartenenza dei nuovi ceti popolari sia nei confronti del territorio sia in ambito religioso. Con riferimento alla sfera religiosa, il contesto complessivo è quello che ha visto, negli ultimi decenni una progressiva secolarizzazione, accompagnata però, in anni più recenti, da interessanti ed eterogenee forme di revival religioso, che hanno dato vita anche a forme inedite di esperienza in questo campo. Del resto, a fronte dell’incertezza che, a vari livelli – politico, culturale, ideologico e via dicendo – caratterizza la nostra epoca, sarebbe ragionevole aspettarsi che molto persone, soprattutto quelle dotate di un ridotto capitale culturale, siano invogliate a ricercare proprio nella religione una sorta di rifugio nonché la risposta alle domande di senso sollevate dalle incertezze del vivere quotidiano. Tuttavia tale ipotesi, che pure trova alcuni riscontri a livello nazionale, nel contesto territoriale oggetto d’indagine viene sostanzialmente smentita: complessivamente, infatti, i nuovi ceti popolari della provincia di Siena appaiono piuttosto freddi rispetto all’ambito religioso, quando non del tutto distaccati da esso. Con riferimento all’appartenenza territoriale, invece, il contesto italiano è quello di uno spazio sotto molteplici aspetti profondamente diversificato: per esempio in termini di vivacità economica e, conseguentemente, di chance offerte agli individui. Il territorio, come sottolineato nel capitolo, può essere un’opportunità e una risorsa, ma anche un vincolo insuperabile. Questo a maggior ragione per gli appartenenti ai nuovi ceti popolari, per i quali la mobilità territoriale appare oggi un’opzione non sempre praticabile. In un quadro così definito, i nuovi ceti popolari della provincia di Siena dichiarano di riconoscersi in maniera particolare con il proprio Comune di residenza – ma anche con l’Italia – ed esprimono un giudizio sostanzialmente positivo nei confronti del territorio nel quale vivono: per la maggior parte degli intervistati, la provincia di Siena è un luogo dove si vive meglio che altrove; meglio che in altre regioni italiane ma anche meglio che nel resto della Toscana.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The identity of the popular classes between religious and territorial belonging
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCeti popolari. Una ricerca sulle nuove vulnerabilità sociali
EditorFABIO BERTI, Lorenzo Nasi
Pagine97-119
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePubblicato - 2011

Keywords

  • Appartenenza
  • Religiosità

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'L'identità dei ceti popolari tra appartenenza religiosa e appartenenza territoriale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo