Libri presso l'Inquisizione di Piacenza nel 1769

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Un elenco di libri ritrovati in un armadio nel palazzetto dell'Inquisizione di Piacenza nel 1769, cioè all'indomani della soppressione borbonica dei tribunali del Santo Ufficio, permette di formulare alcune ipotesi circa le ragioni di tale presenza libraria. I volumi a stampa e i manoscritti che là si trovavano, sia pure raccolti in maniera palesemente disorganica, raccontano infatti sia della cultura specialistica degli inquisitori, sia di alcuni episodi del loro intervento, mostrando accostati ai sussidi di approfondimento in materia giuridica e teologica libri esaminati in relazione a richieste di imprimatur, nonché letture variamente proibite e sequestrate dai giudici ecclesiastici. Versione, lievemente rivista e priva di appendice documentaria, del saggio già pubblicato in 'Bollettino storico piacentino', CI, 2006, pp. 209-250.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Books at the Inquisition of Piacenza in 1769
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteStudi in memoria di Cesare Mozzarelli
Pagine941-959
Numero di pagine19
Stato di pubblicazionePubblicato - 2008

Keywords

  • Inquisizione, storia
  • Piacenza, Inquisizione, storia

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Libri presso l'Inquisizione di Piacenza nel 1769'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo