L'evidenza del mondo. Cinema contemporaneo e angoscia geografica

Giorgio Avezzu'

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Qualcosa accomuna dall’origine geografia e cinema: l’intento di descrivere, di dare un senso al mondo rappresentandolo per immagini, di dargli forma, archiviarlo, renderlo visibile nella sua interezza, appropriabile in termini intellettuali, se non proprio materiali. Il cinema contemporaneo mostra però di considerare in modo più problematico questa propria “geograficità”. Sembra talvolta essersi accorto (o essersi convinto) che il proprio ruolo è cambiato, che non può più – forse non deve – guardare in un certo modo, e che come dispositivo ha dei limiti fondamentali. I limiti della propria logica, del proprio modo di pensare il mondo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The evidence of the world. Contemporary cinema and geographical anguish
Lingua originaleItalian
EditoreDiabasis
Numero di pagine319
ISBN (stampa)978888103826-872-5
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • cinema contemporaneo
  • geografia

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L'evidenza del mondo. Cinema contemporaneo e angoscia geografica'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo