Legittimazione personale e costruzione del consenso. La statua equestre di Oldrado da Tresseno (1233)

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il contributo prende in esame il gruppo equestre di Oldrado da Tresseno, collocato sulla facciata del palazzo comunale di Milano a sigillo della conclusione dei lavori di edificazione dello stesso (1233). il manufatto, di notevole interesse artistico e culturale (si tratta del primo gruppo equestre rappresentante non un sovrano, ma un politico vivente), si rifà a modelli romani (o ritenuti tali), quali il Marco Aurelio del Campidoglio a Roma o il Regisole di Pavia. Il massiccio uso dell'antico proprio attorno alla scultura è finalizzato a sottolineare la continuità tra l'impero romano e ie nuove forme di governo cittadino. E' il Comune di Milano e non l'imperatore Federico II il vero erede del governo imperiale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Personal entitlement and consensus building. The equestrian statue of Oldrado da Tresseno (1233)
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCostruire il consenso. Modelli, pratiche, linguaggi (secoli XI-XV)
EditorLambertini R. Alberzoni m:
Pagine181-198
Numero di pagine18
Volume9
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Serie di pubblicazioni

NomeORDINES

Keywords

  • 'Spolia' and Roman Antiquities
  • 'spolia' e mondo romano
  • Commune of Milan in the thirteenth century
  • Comune di Milano XIII secolo
  • Legitimization of power
  • Legittimazione del potere
  • Oldrado da Tresseno
  • Regime podestarile
  • equestrian group
  • gruppo equestre
  • regime of the Podesta

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Legittimazione personale e costruzione del consenso. La statua equestre di Oldrado da Tresseno (1233)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo