Le strategie di copertura del rischio di cambio delle società quotate non finanziarie in Italia.

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Le decisioni di gestione e copertura dei rischi finanziari possono portare alla definizione di diverse strategie. Questo lavoro esamina le strategie operative e finanziarie utilizzate dalle società industriali quotate italiane nell’affrontare il rischio di cambio nel periodo tra il 2007 e il 2012. Le variabili proxy delle strategie operative, classicamente di medio – lungo termine, sono state individuate nella numerosità (breadth) e concentrazione (depth) delle controllate estere. Quelle finanziarie, di breve periodo, sono rappresentate dalla quantificazione del valore netto dichiarato in bilancio di tutti i derivati sui cambi. Dai risultati ottenuti, si evince l’hedging finanziario risulta uno strumento molto efficace nella riduzione dell’esposizione al rischio, mentre l’hedging operativo perde di significatività quando si vanno a considerare congiuntamente le caratteristiche di breadth e depth delle controllate estere.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The exchange rate risk hedging strategies of listed non-financial companies in Italy.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)411-424
Numero di pagine23
RivistaBANCA IMPRESA SOCIETÀ
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • rischio di cambio

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Le strategie di copertura del rischio di cambio delle società quotate non finanziarie in Italia.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo