Le Sirene, la poesia, la morte. Appunti su Omero e Pascoli

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Le Sirene costituiscono un pericolo mortale per chi le ascolta, ma il loro canto viene presentato come un'offerta di conoscenza e un'immagine della poesia stessa. Il contributo prende in esame l'archetipo omerico ("Odissea" XII) e la rilettura dell'episodio proposta dall'"Ultimo viaggio" di Giovanni Pascoli ("Poemi conviviali", 1904), per mostrare come nel primo caso le Sirene appaiano una realtà da fuggire, nel secondo al contrario Ulisse le ricerchi consapevolmente, spinto da un bisogno esistenziale di identità e di assoluto: ora però le Sirene tacciono, e sono loro a diventare sfuggenti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The Sirens, poetry, death. Notes on Homer and Pascoli
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)177-184
Numero di pagine8
RivistaL'ANALISI LINGUISTICA E LETTERARIA
Volume22
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • Homer
  • Omero
  • Pascoli, Giovanni
  • Sirene
  • Sirens

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Le Sirene, la poesia, la morte. Appunti su Omero e Pascoli'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo