Abstract

[Ita:]Dopo i valori positivi del 2017 e del 2018, che avevano dato l’illusione di una ripresa della zootecnia emiliano-romagnola, il 2019 ha portato ad un brusco risveglio: la produzione ai prezzi di base è infatti calata del 15%, tornando a livelli assai prossimi a quelli di cinque anni prima (tabella 5.1). Così come nel 2018, anno di valori in crescita, la zootecnia era cresciuta più delle coltivazioni, nel 2019 entrambe i comparti sono risultati in calo, assai più modesto però per la componente vegetale, che perde meno del 7%, rispetto a quella di origine animale. In tal modo il peso della zootecnia sul valore dell’agricoltura regionale, che era passato dal 47,4% del 2016 al 48,2% del 2017 toccando il 49,9% nel 2018, è tornato lo scorso anno al 47,5%. Un ulteriore elemento di discontinuità tra l’ultimo anno ed il biennio prece-dente emerge analizzando l’andamento produttivo nel comparto delle carni bo-vine, dove dopo molti anni di graduale e costante riduzione della produzione regionale – e in verità anche nazionale – il 2017 aveva portato una rottura della tendenza, con un progresso nei volumi prodotti del 7% circa, replicato da poco meno del 5% nel 2018; nel 2019 questo comparto segna però un -7,7%, con un calo delle quantità che ha costituito la risposta a prezzi anch’essi decrescenti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Livestock productions 2019
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl sistema agro-alimentare dell'Emilia Romagna. Rapporto 2019
Pagine89-112
Numero di pagine24
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Emilia Romagna
  • mercato
  • prodotti zootecnici
  • produzione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Le produzioni zootecniche 2019'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo