L’atto di recupero di sanzioni e interessi non si applica retroattivamente

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]L’ipotesi di credito spettante ma compensato anticipatamente rientra nell’ambito di applicazione dei termini ordinari di accertamento previsti dall’art. 43, D.P.R. n. 600/1973, decorrenti dall’utilizzo del credito. In relazione a tale fattispecie, il recupero di interessi e sanzioni non è possibile sulla base dell’atto di recupero rimodellato dal D.Lgs. 158/2015, che contiene una disciplina le cui modifiche non sono applicabili retroattivamente.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The act of recovery of penalties and interest does not apply retroactively
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)2892-2895
Numero di pagine4
RivistaIL FISCO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • compensazione credito recupero sanzioni

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L’atto di recupero di sanzioni e interessi non si applica retroattivamente'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo