L'Angola: il paese delle guerre, del "galo negro" e dei suoi fantasmi

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L'Angola confina con la Namibia a sud, lo Zambia a sud-est, con la Repubblica Democratica del Congo a nord, e a nordest, e ad occidente con l’Oceano Atlantico per circa 1600 chilometri di costa.1 Vi è inoltre un’area esterna, quella di Cabinda, incuneata tra la Repubblica Democratica del Congo e il Congo-Brazzaville, ma separata dal resto del paese dal fiume Congo e da un corridoio di territorio appartenente al Congo. Il paese ricopre un’area di 1.250.000 chilometri quadrati, meno di due volte il Texas - afferma il sito della CIA Worldfactbook 2004 - e ciò offre spunto per una breve riflessione di quanto sia ‘indicativo’ dover pensare all’estensione del Texas per comprendere l’ampiezza territoriale di un paese africano. La popolazione é di circa 11 milioni di abitanti, la capitale è Luanda e la moneta è il kwanza. In Angola l’aspettativa media di vita è di 36 anni per gli uomini e di 37 anni per le donne. I sieropositivi sono circa 240.000 persone. I principali gruppi etnici sono gli Ovimbundu, i Kimbundu, i Bakongo, i Mestico, e gli Europei. La lingua ufficiale è il portoghese, oltre al bantu e alle lingue locali. Il Presidente è dal 21 settembre 2004 Jose Eduardo Dos Santos
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Angola: the land of wars, the "black galo" and its ghosts
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)119-126
Numero di pagine8
RivistaQUADERNI ASIATICI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2005

Keywords

  • Angola
  • History and politics

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'L'Angola: il paese delle guerre, del "galo negro" e dei suoi fantasmi'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo