L’accoglienza dello straniero nei testi letterari della Grecia antica: diritti e doveri della ‘xenia’

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Questo saggio si propone di indagare il tema dell’accoglienza dello straniero nelle rappresentazioni letterarie della Grecia antica fi no al V secolo. Dopo una breve premessa terminologica, l’analisi si concentra soprattutto sui poemi omerici (in particolare sulle scene di ospitalità) e sul teatro attico. Nell’Odissea l’ospitalità costituisce un valore etico-religioso altissimo, oltre che una marca distintiva dei popoli civili; anche la tragedia attica molto insiste sull’indicazione che in ogni circostanza lo straniero, greco o barbaro che sia, vada accolto e protetto, pena la taccia di estraneità al civile e condiviso uso ellenico. Per contro, la poesia comica tende a cogliere e riprodurre in modo diretto le tensioni in atto nella multiculturale società ateniese, adottando la prospettiva del popolo, a cui poeta spesso strizza l’occhio (di qui le rappresentazioni spesso caricaturali se non addirittura ingiuriose degli xenoi).
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The welcome of the foreigner in the literary texts of ancient Greece: rights and duties of the 'xenia'
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteDiritti umani e valori universali. Atti della Summer School 2018. Scuola di Dottorato in Studi Umanistici. Tradizione e contemporaneità, Università Cattolica del Sacro Cuore 4-8 giugno 2018
Pagine49-81
Numero di pagine33
Volume2020
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Greek tragedy and comedy
  • Homer

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'L’accoglienza dello straniero nei testi letterari della Grecia antica: diritti e doveri della ‘xenia’'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo