La virtù rappresentata. Imprese di Principes Academiae del Collegio gesuitico di Santa Maria degli Angeli di Monza (1738-1773).

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Le quarantuno imprese dell'Accademia degli Intrepidi del Collegio di Santa Maria degli Angeli di Monza costituiscono un esempio non frequente, per quantità e tipologia di soggetti dipinti, ma assai significativo di questa forma di rappresentazione emblematica e della sua permanenza presso istituti della Compagnia di Gesù ben dentro il XVIII secolo, fino alla soppressione del 1773. Accanto ad elementi di continuità e di discontinuità rispetto alla multiforme e consolidata produzione di immagini eloquenti: geroglifici, emblemi, affixiones, imprese, trattati, repertori, libri figurati, questi originali dipinti permettono di cogliere un peculiare momento dell'attività delle accademie di collegio, in cui si manifestava la vitalità e versatilità della cultura della rappresentazione dei Gesuiti, anche attraverso la capacità di accogliere nelle forme tradizionali, di adattare e di modellare gusti ed esigenze nuovi.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The virtue represented. Companies of Principes Academiae of the Jesuit College of Santa Maria degli Angeli in Monza (1738-1773).
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa cultura della rappresentazione nella Milano del Settecento. Discontinuità e permanenze.
EditorANNAMARIA CASCETTA, ROBERTA CARPANI
Pagine99-124
Numero di pagine26
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Keywords

  • Accademie
  • Emblemi
  • Gesuiti
  • Imprese

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La virtù rappresentata. Imprese di Principes Academiae del Collegio gesuitico di Santa Maria degli Angeli di Monza (1738-1773).'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo