La pena tra necessità di strategie preventive e nuovi modelli di risposta al reato

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il contributo analizza criticamente i motivi che non hanno consentito, finora, di estendere la gamma delle pene principali previste nel codice penale italiano. In ciò si ravvisa, evidenziandone l’inadeguatezza sul piano preventivo, l’ancoramento persistente a una visione del punire in termini di corrispettività rispetto al fatto colpevole. Da cui la proposta di un modello sanzionatorio avente, invece, carattere progettuale, che implichi l’introduzione della pena prescrittiva ma influenzi anche le pene tradizionali: così da favorire nuove modalità della prevenzione, per esempio con riguardo ai reati colposi. Su questa base, viene presa in esame la legge delega n. 134/2021, laddove ridefinisce le modalità sostitutive della pena in sede di condanna, utilizzando tuttavia soltanto sanzioni pur sempre determinabili in modo aritmetico ed escludendo, pertanto, la prospettata ricomprensione davvero innovativa, fra di esse, dell’affidamento in prova al servizio sociale. Sebbene con l’aggiunta di un’importante apertura, da concretizzare, al rilievo dei percorsi di giustizia riparativa.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The punishment between the need for preventive strategies and new models of response to the crime
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)823-854
Numero di pagine32
RivistaRIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE
VolumeLXIV
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • sistema sanzionatorio penale italiano
  • legge delega n. 134/2021
  • esigenze delle vittime di reato
  • prevenzione penale dei reati

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'La pena tra necessità di strategie preventive e nuovi modelli di risposta al reato'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo