"La parola di un uomo onesto significa ciò che dice". Romano Guardini lettore di Rilke

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La visione dell’esistenza che Rainer Maria Rilke ha rappresentato nei versi impervi delle Elegie Duinesi, una delle vette della lirica del Novecento, è stata oggetto di una lunga, rigorosa ed illuminante meditazione da parte di Romano Guardini. Per ricordare il grande intellettuale, teologo e filosofo cattolico italo-tedesco in occasione dei 50 anni dalla sua scomparsa (1968-2018), il contributo anticipa in estrema sintesi alcuni dei contenuti che saranno sviluppati nel volume degli scritti rilkiani di Guardini curato da chi scrive e in uscita nel 2019 per i tipi di Morcelliana. Tre sono gli aspetti messi a fuoco: dopo aver illustrato le ragioni didattico-accademiche che portarono Guardini ad occuparsi di Rilke e dopo aver tracciato le linee essenziali della sua ermeneutica, vengono individuati alcuni snodi tematici che indussero Guardini ad una presa di posizione molto critica sulla poesia rilkiana, specchio drammatico e doloroso della dissoluzione dell’uomo moderno
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] "The word of an honest man means what he says." Romano Guardini reader of Rilke
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)45-66
Numero di pagine22
RivistaL'ANALISI LINGUISTICA E LETTERARIA
VolumeXXVI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Duineser Elegien
  • Elegie Duinesi
  • Rainer Maria Rilke
  • Romano Guardini

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di '"La parola di un uomo onesto significa ciò che dice". Romano Guardini lettore di Rilke'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo