La nudge regulation. Interpretazioni dottrinali e prime applicazioni pratiche

Alessandro Candido

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il contributo prende in considerazione il tema della "nudge regulation", vale a dire l’insieme degli strumenti, prevalentemente basati sull’informazione, che i poteri pubblici potrebbero mettere in pratica per promuovere determinati comportamenti ritenuti (dallo stesso regolatore) desiderabili. Muovendo dalla rimozione delle asimmetrie informative tra regolatore e regolati, dunque, il "libertarian paternalism" può diventare una valida alternativa in chiave di regolazione, da utilizzare per produrre una serie di effetti giuridici (sebbene non vincolanti) nei confronti dei suoi destinatari, proprio come accade a livello comunitario con gli strumenti di soft law (quali guidelines o best practices); nel qual caso, si contribuirebbe così a costruire un insieme di metodi e di norme rivolti a diffondere tra le imprese, i cittadini e le istituzioni pratiche socialmente responsabili.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The nudge regulation. Doctrinal interpretations and first practical applications
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-14
Numero di pagine14
RivistaAMMINISTRAZIONE IN CAMMINO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • asimmetrie informative
  • hard paternalism
  • nudge
  • paternalism
  • paternalismo
  • paternalismo libertario
  • regulation
  • soft paternalism

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La nudge regulation. Interpretazioni dottrinali e prime applicazioni pratiche'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo