LA MEDICINA DELLO SPORT ITALIANA SBARCA A LONDRA

Paola Vago

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Football Medicine Strategies for Muscle and Tendon Injuries: ecco il titolo dell’annuale Congresso Isokinetic tenutosi al Queen Elizabeth II Conference Centre di Londra nei giorni 20 e 21 aprile con più di 1.200 partecipanti. A completamento delle giornate di formazione e di aggiornamento i lavori congressuali sono proseguiti nella giornata di lunedì 22 allo stadio di Wembley con un workshop intitolato The Science of Football Summit, al quale hanno contribuito soprattutto allenatori e preparatori sportivi per traslare il dibattito medico-scientifico alle esperienze sul campo. L’evento, realizzato per la seconda volta nella capitale inglese in collaborazione con la FIFA e con la Football Association inglese, è stato un importante momento di confronto tra esperti della grande famiglia della Football Medicine e occasione per celebrare l’apertura del Nuovo Centro Isokinetic nell’esclusiva zona di Londra in Harley Street. (Foto nr.2) È il presidente Isokinetic, Stefano Della Villa, a delineare le motivazioni che hanno spinto a esportare un prodotto italiano di successo: “L’idea che sosteniamo è quella di sviluppare in Inghilterra quello che abbiamo creato in Italia 25 anni fa e sperimentato su migliaia di pazienti nelle nostre diverse sedi. Vorremmo che un atleta venisse curato non tenendo in considerazione solo la diagnosi della lesione, ma puntando soprattutto al recupero funzionale completo. Quindi, la nostra visione è quella di cambiare il paradigma spostando il focus dall’injury al recovery. L’obiettivo principale? Mettere in relazione tutte le figure professionali che intervengono nel processo di cura dell’atleta infortunato. Nostro desiderio è di portare a Londra un modello che, invece di ‘sezionare’ verticalmente l’atleta con l’intervento di tanti specialisti uno di fianco all’altro, lo tagli orizzontalmente portandolo dall’inizio alla fine del processo di guarigione.” Un confronto a 360 gradi Il metodo Isokinetic viene gestito e organizzato dall’Education & Research Department diretto da Giulio Sergio Roi, che dalla sede di Bologna coordina tutte le attività di formazione e di aggiornamento scientifico. Proprio il Centro Studi, cuore culturale del gruppo, è stato l’ente organizzatore del Congresso 2013 di Londra, che ha avuto come focus le lesioni muscolari e tendinee e che si è svolto con sessioni plenarie, parallele, contributi poster, comunicazioni orali, workshops e simposi. Il programma presentava un approccio multidisciplinare per mettere a disposizione della platea una versione ampia della tematica. Spesso, questo tipo di lesioni vengono trattate in maniera specialistica, ma con un’insufficiente comunicazione tra i diversi operatori coinvolti nel processo di recupero. Così medici dello sport, chirurghi ortopedici, specialisti della riabilitazione, preparatori e allenatori si sono confrontati sulla delicata questione del ritorno in campo dell’atleta infortunato. Sono state presentate le problematiche più comuni riguardanti gli infortuni muscolari e tendinei del calciatore: da quelli più frequenti a carico degli arti inferiori (come le lesioni muscolari agli ischiocrurali e al quadricipite, le tendinopatie achillee e rotulee), alle patologie tipiche del calciatore come la pubalgia e il conflitto femoro-acetabolare fino a quelle meno comuni a livello degli arti superiori e del rachide. L’incontro londinese ha consentito anche di sottolineare l’importanza di programmi preventivi a fronte dei cambiamenti avvenuti nel calcio professionistico degli ultimi anni in termini di numero di partite giocate e ricorso a terreni in erba sintetica e analizzare le più recenti frontiere terapeutiche per le lesioni tendinee e muscolari. (FOTO nr.3) L’importanza del riscaldamento La sessione dei lavori è stata aperta da Jiri Dvorak, direttore del Medical Assessment Research Centre (F-MARC) della FIFA, che ha analizza
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] ITALIAN SPORTS MEDICINE LANDS IN LONDON
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)13-20
Numero di pagine8
RivistaSCIENZA & SPORT
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
Pubblicato esternamenteYes

Keywords

  • MEDICINA DELLO SPORT
  • PATOLOGIE TENDINEE E MUSCOLARI

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'LA MEDICINA DELLO SPORT ITALIANA SBARCA A LONDRA'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo