La Gran Bretagna e l’Antifascismo italiano. Diplomazia clandestina, Intelligence, Operazioni Speciali (1940-1943)

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Lo Special Operations Executive mise in atto, nell.ultimo scorcio della guerra, una strategia volta a «mettere a fuoco l'Italia » per eliminarla dal conflitto. Sono al centro di questo volume - costruito su documenti in gran parte inediti - progetti di sovversione operativa, tentativi di organizzare unità militari reclutando gli emigrati presenti nel Regno Unito, Stati Uniti e Canada, o i prigionieri di guerra italiani in mano inglese. Dalla diplomazia clandestina di Emilio Lussu al progetto di Legione antifascista della Mazzini Society, dalle attività negoziali di Filippo Caracciolo in Svizzera al progetto di mediazione vaticana proposto da Adriano Olivetti, passando per le attività antiregime dell'entourage badogliano: pagine poco note della guerra fascista e degli eventi che portarono prima all'8 settembre e poi alla Resistenza, viste attraverso l'originale prospettiva britannica.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Great Britain and Italian Antifascism. Illegal Diplomacy, Intelligence, Special Operations (1940-1943)
Lingua originaleItalian
EditoreLe Lettere
Numero di pagine158
ISBN (stampa)9788860873729
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Keywords

  • Antifascismo
  • Seconda Guerra Mondiale
  • Special Opertions Executive

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La Gran Bretagna e l’Antifascismo italiano. Diplomazia clandestina, Intelligence, Operazioni Speciali (1940-1943)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo