La diocesi di Alba dalla scomparsa a fine X secolo alla faticosa ripresa nei secoli XI e XII

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]La diocesi di Alba fu soppressa tra il 969 e il 985 e il suo territorio venne spartito tra le confinanti diocesi di Asti (di cui divenne una semplice pieve), Acqui e Savona. La ricostituzione dell’episcopato albese avvenne prima del 997, ma entro confini più ristretti, che si cerca di tracciare sfruttando esigui dati di varia natura. Questa ricostruzione consente di spiegare alcuni fatti che nel passato erano rimasti insoluti. Solo nel XII secolo il vescovo di Alba riprese il controllo di alcune pievi rimaste per oltre un secolo sotto altre giurisdizioni. Tra i vescovi dell’XI e XII secolo spiccano le forti personalità di Benzone e di Robaldo (poi arcivescovo milanese).
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The diocese of Alba from the disappearance at the end of the X century to the tiring recovery in the XI and XII centuries
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAlba medievale. Dall'alto Medioevo alla fine della dominazione angioina: VI-XIV secolo
EditorRinaldo Comba
Pagine255-282
Numero di pagine28
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Serie di pubblicazioni

NomeStudi per una storia di Alba, 5

Keywords

  • Acqui Terme
  • Alba
  • Alba (Cuneo)
  • Benzone
  • Robaldo
  • Savona
  • bishops of Savona
  • diocese
  • diocese of Acqui
  • diocesi

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La diocesi di Alba dalla scomparsa a fine X secolo alla faticosa ripresa nei secoli XI e XII'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo