La democrazia che verrà

Franco Riva, 27467, DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA', MILANO - Dipartimento di Filosofia

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]La democrazia promette, la democrazia tradisce. Illude e delude. Più cresce il sogno più aumenta la sfiducia, il senso che non cambi nulla, che non si possa fare in modo diverso. Ma è proprio così? Il rapporto tra democrazia e futuro è molto particolare. Non è il futuro a smentire la democrazia ma questa che smentisce se stessa e il proprio futuro. Perché il mistero della democrazia è di non esserci ancora anche quando c’è, almeno non del tutto, non per tutti, non abbastanza. La democrazia che deve ancora venire è invece accoglienza, solidarietà, partecipazione, giustizia. La democrazia che verrà non si rovescia dall’alto come olio bollente sulla testa delle persone e sui luoghi di vita, frettolosa e teleguidata, confusa e insensibile, cervellotica e incomprensibile, moralistica e ingiusta. Una democrazia che fa come prima cosa democrazia dentro ogni suo fare: l’esistenza comune, il lavoro, le politiche, l’economia, la cultura. Altrimenti il fare è inutile (e la democrazia un pretesto). Una democrazia infine che è cittadinanza senza vergogna, legalità, nuove generazioni, scuola, famiglia. Dialogo, intercultura, cooperazione.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Democracy to come
Lingua originaleItalian
EditoreEdizioni lavoro
Numero di pagine132
ISBN (stampa)978-88-7313-354-4
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Serie di pubblicazioni

NomeOltre il novecento

Keywords

  • citizenship
  • cittadinanza
  • democracy
  • democrazia
  • ethics
  • etica
  • future
  • futuro
  • legality
  • legalità
  • partecipazione
  • participation

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'La democrazia che verrà'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo