La crisi della democrazia nell’Atene di fine V secolo: dalla disgregazione della comunità civica al “ritorno al sociale”

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il colpo di stato antidemocratico del 411 ebbe successo grazie all’abilità con cui i congiurati seppero incrinare il clima di unità sociale e di serena convivenza politica caratteristico della democrazia ateniese. I democratici reagirono con una sistematica promozione della socialità, basata anche su aspetti “comunicativi” (esposizione di iscrizioni con documenti di interesse pubblico, propaganda basata sulla riappropriazione di slogan, realizzazione o valorizzazione di monumenti, promozione di riti collettivi). Poiché individualismo e perdita di coesione comunitaria erano risultati pericolosi per il sistema democratico, la difesa della democrazia fu promossa attraverso la ricostruzione di un tessuto sociale coeso e ideologicamente compatto, in grado di sostenere il singolo nelle sue convinzioni personali attraverso il supporto della società.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The crisis of democracy in Athens at the end of the fifth century: from the disintegration of the civic community to the "return to social"
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)11-23
Numero di pagine13
RivistaLEUSSEIN
VolumeX
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Atene V secolo
  • Democracy
  • Democrazia
  • Fifth-century Athens

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La crisi della democrazia nell’Atene di fine V secolo: dalla disgregazione della comunità civica al “ritorno al sociale”'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo