La Corte EDU condanna la Lituania per illecito trattamento dei dati sanitari e per violazione della libertà religiosa in danno di una paziente affetta da psicosi

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Con la pronuncia in commento la Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato la Lituania per la violazione degli artt. 8 e 9 della CEDU imputabile al personale medico dell'ospedale psichiatrico di Vilnius. In particolare, i giudici di Strasburgo hanno ritenuto censurabili sia l'avvenuta comunicazione di dati sensibili, in quanto inerenti alle condizioni di salute e alla fede religiosa della ricorrente, ai giornalisti e alla di lei madre senza il suo consenso, sia i metodi terapeutici impiegati nei suoi confronti, poiché lesivi della sua libertà religiosa e non giustificati, come richiesto dalla legge lituana, dalla necessità di evitare comportamenti aggressivi o autolesionistici.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The ECtHR condemns Lithuania for illegal treatment of health data and for violation of religious freedom to the detriment of a patient suffering from psychosis
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1064-1078
Numero di pagine15
RivistaRIVISTA ITALIANA DI MEDICINA LEGALE E DEL DIRITTO IN CAMPO SANITARIO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • art. 8 CEDU
  • art. 9 CEDU
  • dati sanitari
  • libertà religiosa

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La Corte EDU condanna la Lituania per illecito trattamento dei dati sanitari e per violazione della libertà religiosa in danno di una paziente affetta da psicosi'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo