La Corte costituzionale ridisegna il proprio ruolo nella tutela dei diritti fondamentali, tra Carta di Nizza, CEDU e Carta sociale europea

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il lavoro prende in esame le relazioni tra Costituzione e strumenti di garanzia dei diritti fondamentali di carattere sovranazionale o internazionale, dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea alla CEDU, fino alla Carta sociale europea, che sembra destinata ad assumere, nei prossimi anni, una rilevanza crescente nell'ambito della tutela dei diritti sociali. Il lavoro si sofferma in particolare sui più recenti sviluppi del "dialogo" tra le Corti e sul tentativo della Consulta di evitare una possibile fuga dal giudizio incidentale, che potrebbe verificarsi mediante il ricorso dei giudici comuni alla disapplicazione di norme interne in contrasto con la Carta dei diritti o attraverso un uso sempre più frequente dell'interpretazione convenzionalmente conforme.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The Constitutional Court redesigns its role in the protection of fundamental rights, between the Nice Charter, the ECHR and the European Social Charter
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)146-174
Numero di pagine29
RivistaRIVISTA AIC
Volume2020
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Carta sociale europea dialogo Corti disapplicazione diritti fondamentali

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'La Corte costituzionale ridisegna il proprio ruolo nella tutela dei diritti fondamentali, tra Carta di Nizza, CEDU e Carta sociale europea'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo