La complessità entra in aula. Dalla gestione della classe all'attivazione di strategie inclusive

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Uno scenario, già di per sé non privo di nodi critici e di sfide quello con cui la scuola italiana si è presentata alle porte del mese di marzo 2020, quando si è trovata a dover fare i conti con la necessità di ripensare, in modo improvviso, ed anche improvvisato, la struttura alla base di quella che, tutto sommato, poteva essere percepita come una rassicurante quotidianità, e di accelerare il ricorso ad alcuni strumenti, strategie, approcci didattici ed organizzativi appartenenti, fino a pochi giorni prima, solo ad immaginari ed orizzonti avveniristici. Tutto ciò che ne è seguito, e che si è inevitabilmente tradotto in un nuovo, significativo, capitolo della storia dell’insegnamento, tuttora ancora aperto, pare essere perlopiù noto. O forse solo in parte, se è vero, come alcuni ritengono , che ad oggi è possibile tracciare un bilancio parziale di quello che tutto ciò ha comportato, soprattutto per alcuni bambini e ragazzi, sul piano delle conoscenze e degli obiettivi didattici e, forse ancor più, delle competenze emotive, comunicative, relazionali e delle opportunità di crescita all’interno di un contesto sociale adeguato ed intenzionalmente predisposto
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Complexity enters the classroom. From classroom management to the activation of inclusive strategies
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteBisogni educativi specialmente normali : legislazione, criteri di individuazione, didattica differenziata e nuove tecnologie a servizio di alunni con DSA e BES
EditorMaggiolini S., Zanfroni E., Folci I., Zampieri G., Falcinelli F. Liucci M.
Pagine107-140
Numero di pagine34
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • aula
  • complessità
  • gestione

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'La complessità entra in aula. Dalla gestione della classe all'attivazione di strategie inclusive'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo