la ceramica invetriata tardoantica-altomedievale in Lombardia: le produzioni più tarde

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Sulla base del materiale invetriato pubblicato nell’ultimo decennio e mettendo a confronto in particolare le risultanze degli scavi condotti nell’area del monastero di S. Giulia a Brescia, per la realizzazione della linea 3 della Metropolitana Milanese a Milano e nel sito di Castelseprio (VA) si offre una panoramica delle forme ancora attestate nella prima metà del VII secolo. Ancora problematica è invece la documentazione relativa alla classe per i secoli dell’avanzato altomedievo: come altre produzioni e in un panorama generale assai povero di manifestazioni ceramiche, in Lombardia i contenitori rivestiti di vetrina paiono scomparire e gli unici reperti invetriati risultano le fusarole.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] late antiquity-early medieval glazed pottery in Lombardy: later productions
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa ceramica altomedievale in Italia (Atti del V Congresso di Archeologia Medievale, Roma 26-27 novembre 2001)
EditorS. PATITUCCI UGGERI
Pagine103-118
Numero di pagine16
Stato di pubblicazionePubblicato - 2004

Keywords

  • Altomedioevo
  • Ceramica

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'la ceramica invetriata tardoantica-altomedievale in Lombardia: le produzioni più tarde'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo