La casualità dell'uomo e la rinascita del pensiero aristotelico. In margine ad alcune voci della filosofia pratica tedesca

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

2 Citazioni (Scopus)

Abstract

[Ita:]Il dibattito sul progetto di eliminare la casualità dell'origine dell'uomo attraverso la tecnologia genetica ha rappresentato uno dei filoni più fecondi della filosofia pratica tedesca degli ultimi anni. Il saggio ricostruisce le linee teoriche di fondo che hanno accompagnato l'elaborazione del libro di Habermas "Il futuro della natura umana" come risposta ai quesiti posti da Sloterdijk nel suo "Regole per il parco umano", cercando di documentare, nell'ambito della riflessione morale tedesca, il tema di una rinascita del pensiero aristotelico. Il riferimento alla "natura dell'uomo", implicito nel dibattito sulle trasformazioni dovute dalla tecnologia genetica, viene così ad essere indagato alla luce dell'inevitabile, ma per alcuni difficile, riferimento all'impostazione morale aristotelica.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The randomness of man and the rebirth of Aristotelian thought. In margin to some voices of the German practical philosophy
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)105-130
Numero di pagine26
RivistaRIVISTA DI FILOSOFIA NEOSCOLASTICA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2005

Keywords

  • Habermas
  • Kant
  • Siep
  • Sloterdijk
  • finalità
  • natura umana

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'La casualità dell'uomo e la rinascita del pensiero aristotelico. In margine ad alcune voci della filosofia pratica tedesca'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo