LA BANCABILITÀ DELLE START-UP

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Nei primi anni della loro vita, le start-up sono tipicamente prive di indebitamento, non essendo in grado di generare flussi di cassa positivi o di concedere garanzie adeguate. Il capitale raccolto risulta pertanto riferibile al patrimonio netto (equity), che rappresenta il serbatoio di cassa che consente alle start-up di sopravvivere sino a quando maturano un surplus di liquidità. Quando una start-up raggiunge la sua maturità e il break-even finanziario, grazie anche alla finanza ponte di intermediari specializzati (venture capital, private equity, finanza agevolata) può iniziare a indebitarsi. Ciò rappresenta un importante traguardo, riservato alle scale-up che sopravvivono alla selezione darwiniana, oltrepassando la “valle della morte” (che comporta l’azzeramento della liquidità e del patrimonio netto).
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] BANKABILITY OF START-UPS
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)72-80
Numero di pagine9
RivistaBANCARIA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • market traction
  • patrimonio netto monetario

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'LA BANCABILITÀ DELLE START-UP'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo