Abstract

[Ita:]Nella sua lunga vita, Johann Wolfgang Goethe (1749-1832) visse in prima persona grandi rivolgimenti storici, vide l’avvicendarsi di diverse epoche, tanto da poter dire, superati gli ottant’anni, di essere ormai «divenuto storia a se stesso». Con sguardo ironico il ‘principe dei poeti’, ormai anziano, si racconta: ripercorre l’infanzia a Francoforte, il difficile rapporto con il padre, i turbolenti anni di studio e tutta la giovinezza fino ai ventisei anni quando decise, all’improvviso e non senza colpi di scena, di recarsi a Weimar. Poesia e verità, il più affascinante e grandioso racconto autobiografico della letteratura tedesca, pubblicato in quattro parti dal 1811 al 1833, accompagna il lettore attraverso fasi cruciali della letteratura tedesca, da Klopstock alla formidabile costellazione di poeti, critici, scrittori che si raccoglie intorno al giovane Goethe nel periodo ‘geniale’ di Strasburgo, dove emergono moltissimi dei temi che lo accompagneranno per tutta la vita. Insieme allo Sturm und Drang matura la sua vocazione letteraria coronata dalle prime opere di successo, Götz von Berlichingen e Werther: una «grande confessione» in cui verità e poesia, realtà e letteratura si confondono, regalandoci un’immagine fresca e incisiva del più grande tra i poeti tedeschi. La traduzione si basa sull’edizione in 40 volumi delle opere di Johann Wolfgang Goethe, uscita dal 1986 al 2013 presso il Deutscher Klassiker Verlag (Frankfurter Ausgabe, vol. XIV, curato da Klaus-Detlef Müller); si tratta della più ampia e completa edizione di Goethe del XX secolo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Johann Wolfgang Goethe: From my life: poetry and truth
Lingua originaleItalian
EditoreBompiani
Numero di pagine2112
ISBN (stampa)9788830104105
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Goethe
  • autobiografia
  • autobiography
  • traduzione
  • translation

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Johann Wolfgang Goethe: Dalla mia vita: poesia e verità'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo