Iva, irrilevanza (potenziale) dell’abuso e limiti alla competenza della CGUE: il “caso Duodecad”

Andrea Purpura*, Andrea Purpura*

*Autore corrispondente per questo lavoro

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Nell’esperienza giurisprudenziale offerta dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, la sentenza “Duodecad” sembrerebbe assumere valore per almeno due ordini di problemi giuridici ai quali apre e che, stante la loro rilevanza, meritano d’essere esaminati. Ed infatti, la sentenza che formera` oggetto di analisi consente di formulare alcune riflessioni sia in merito alla rilevanza o meno ai fini dell’imposta sul valore aggiunto dell’eventuale esistenza di una pratica abusiva eventualmente intercorrente tra il destinatario della prestazione ed un soggetto terzo al rapporto tra il primo e la controparte contrattuale, sia in relazione alla definizione delle circostanze al verificarsi delle quali la Corte di giustizia dell’Unione Europea possa considerarsi – come verificatosi nel caso di specie – non competente a dirimere le questioni interpretative prospettate dai Giudici del rinvio.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] VAT, (potential) irrelevance of abuse and limits to the jurisdiction of the CJEU: the "Duodecad case"
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)312-331
Numero di pagine20
RivistaDIRITTO E PRATICA TRIBUTARIA INTERNAZIONALE
Volume2023
Stato di pubblicazionePubblicato - 2023

Keywords

  • IVA

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Iva, irrilevanza (potenziale) dell’abuso e limiti alla competenza della CGUE: il “caso Duodecad”'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo