'Inclinazioni' verso la giustizia, davanti alla tirannia del "senso comune"

Claudia Mazzucato*

*Autore corrispondente per questo lavoro

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il saggio si svolge attorno alle questioni giuridicamente rilevanti e attualissime suscitate da due opere assai diverse eppure intimamente connesse: rispettivamente "Lolita" di Vladimir Nabokov e "Leggere Lolita a Teheran" di Azar Nafisi. "Lolita" narra dell’inquietante e perversa relazione di un uomo di mezza età con una bambina di dodici anni, mentre "Leggere Lolita a Teheran" è un testo autobiografico che racconta di un seminario clandestino di letteratura in cui l’autrice, all’epoca docente universitaria a Teheran, e un piccolo gruppo di studentesse leggono "Lolita" e altri romanzi della letteratura americana ed europea durante il regime khomeinista della Repubblica islamica dell’Iran. Lo scritto corre così lungo due binari: la violenza interpersonale nelle relazioni intime e private ("Lolita"), la violenza perpetrata dall’autorità e dalla tirannia ("Leggere Lolita a Teheran"). Sullo sfondo di questi temi, vengono portate in primo piano talune riflessioni in tema di violenza contro le donne e le bambine nel contesto di relazioni strette, crimini internazionali e conflitti armati, per poi proporre alcuni spunti costruttivi su forme di giustizia capaci di valorizzare le risorse personali di resistenza e resilienza delle vittime, nonché sul ruolo positivo che le donne posso svolgere, come riconosciuto dalla Nazioni Unite con una ricca serie di risoluzioni del Consiglio di Sicurezza, nel quadro di azioni diplomatiche, negoziati di pace e ricostruzione dei legami sociali dopo violenze e atrocità collettive.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] 'Inclinations' towards justice, in the face of the tyranny of "common sense"
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLolita, Teheran e noi
Pagine67-110
Numero di pagine44
Stato di pubblicazionePubblicato - 2023

Keywords

  • Violence against women and girls
  • Dictatorship
  • Justice
  • Women & peacebuilding
  • Law & literature
  • Vladimir Nabokov
  • Azar Nafisi
  • Violenza contro le donne e le bambine
  • Dittature
  • Giustizia e letteratura
  • Donne e peacebuilding
  • Azar Nafizi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di ''Inclinazioni' verso la giustizia, davanti alla tirannia del "senso comune"'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo