Il Tractatus in expositionem vite et regule beati Benedicti di Gioacchino da Fiore. Problemi di datazione.

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il Tractatus in expositionem vitae et regulae beati Benedicti è stato considerato, anche in tempi recenti, una sorta di guida, di mappa, tramite la quale provare a riconoscere e seguire i passi del percorso biografi co di Gioacchino da Fiore, in un periodo chiave della sua esistenza, segnato prima dall’adesione e poi dalla critica all’esperienza cistercense. In quest’ottica non si può prescindere da una rifl essione circa la datazione di quest’opera e, in modo strettamente connesso, riguardo alle modalità della sua composizione. Il presente contributo rilegge alcune fonti relative al rapporto dell’abate calabrese con Citeaux e all’affi liazione di Santa Maria di Corazzo all’ordine, che viene retrodatata agli anni Settanta del XII secolo. Si risolvono così alcuni punti ambigui lasciati in sospeso dalla ricostruzione storica di Herbert Grundmann.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Il Tractatus in expositionem vite et regule beati Benedicti di Gioacchino da Fiore. Dating problems.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)3-20
Numero di pagine18
RivistaRivista di storia della chiesa in Italia
Volume69
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015

Keywords

  • Benedict's Rule
  • Cistercensi
  • Cistercians
  • Gioacchino da Fiore
  • Joachim of Fiore
  • Medioevo
  • Middle Ages
  • Regola di Benedetto

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il Tractatus in expositionem vite et regule beati Benedicti di Gioacchino da Fiore. Problemi di datazione.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo