Abstract

[Ita:]Il saggio ripercorre l'emergere in Italia di una nuova categoria sociale, quella della gioventù, e la sua relazione complessa con il sistema mediale degli anni Sessanta. Attraverso l'utilizzo di fonti primarie tratte dalla pubblicistica giovanile dell'epoca, si coglie di questo periodo storico la sua importanza quale età di cesura tra la grande fase di rilancio economico e simbolico del Paese, seguita alla fine della Seconda guerra mondiale, e la successiva presa di coscienza politica. Utilizzando la gioventù quale cartina al tornasole di questa epoca, il saggio lascia emergere il passaggio da una mediatizzazione diffusa ma ancora ingenua, quella degli anni del boom, alla costituzione di attori sociali consapevoli. L'ampio ventaglio di prodotti, cantanti film e canzoni nei quali rispecchiarsi disegna una generazione in bilico tra passato e futuro, ingenuamente ribelle, ma non per questo meno rivoluzionaria.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The time of young people and music in Italy. From the scream to the beat
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteItalian Pop. Popular music e media negli anni Cinquanta e Sessanta
Pagine51-83
Numero di pagine33
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • giovani e industria mediale
  • cinema italiano
  • musicarello
  • Italian youth and consumption
  • young people and media industry
  • Italian cinema
  • gioventù italiana e consumi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Il tempo dei giovani e della musica in Italia. Dall'urlo al beat'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo