Il suicidio assistito dopo Corte cost. n. 242/2019. A prima lettura

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il commento propone una lettura delle argomentazioni e dei limiti attraverso i quali la sentenza n. 242/2019 della Corte costituzionale ammette un ambito di un aiuto non punibile al suicidio, ove richiesto dal malato che si trovi in determinate condizioni, «senza creare – peraltro – alcun obbligo di procedere a tale aiuto in capo ai medici». Vengono esaminati i requisiti di carattere sostanziale e procedurale richiesti dalla sentenza, le valutazioni espresse dalla Federazione degli Ordini dei medici nonché l’interrogativo sull’opportunità di un intervento del legislatore. Sono evidenziate, infine, le criticità del passaggio giuridico operato con la medesima sentenza.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Assisted suicide after Court cost. n. 242/2019. At first reading
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)193-200
Numero di pagine8
RivistaCORTI SUPREME E SALUTE
Volume2
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • aiuto al suicidio
  • trattamenti di sostegno vitale

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il suicidio assistito dopo Corte cost. n. 242/2019. A prima lettura'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo