IL PROBLEMA DEL COSTO DEL LAVORO NELLA CRISI DEGLI ANNI SETTANTA: LA "CONTROVERSIA MODIGLIANI"

Francesco Cattabrini

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Gli equilibri economici internazionali furono sconvolti, all’inizio degli anni settanta, da due eventi principali: la rottura degli accordi di Bretton Woods (1971) e la crisi petrolifera (1973). Ciò ebbe pesanti ripercussioni sull’economia italiana, già gravata dal ristagno degli investimenti e da elevata disoccupazione. È in questo contesto che, nel 1975, giunse l’accordo tra sindacati e Confindustria sull’unificazione del punto unico di contingenza, accordo che fu all’origine di un animato dibattito tra Franco Modigliani, da un lato, e alcuni economisti appartenenti all’area della sinistra, dall’altro. Obiettivo della presente ricerca è quello di ricostruire tale dibattito, mostrando come anche i più accesi critici di Modigliani (in particolare Claudio Napoleoni e Augusto Graziani), pur ricorrendo ad argomentazioni non prive di fondamento, non riuscirono a risultare convincenti, con il risultato che, alla fine, furono le proposte di Modigliani ad avere la meglio.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] THE PROBLEM OF THE COST OF WORK IN THE CRISIS OF THE SEVENTIES: THE "MODIGLIANI CONTROVERSY"
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)15-31
Numero di pagine17
RivistaIL PENSIERO ECONOMICO MODERNO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2011

Keywords

  • COSTO DEL LAVORO
  • Franco Modigliani

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'IL PROBLEMA DEL COSTO DEL LAVORO NELLA CRISI DEGLI ANNI SETTANTA: LA "CONTROVERSIA MODIGLIANI"'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo